e la sua patria, di tutto un po’.

Arrivando a Genova vedrai una citta' regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare ...

Francesco Petrarca (1358), Itinerarium breve de Ianua ad Ierusalem

GENOVA more than this

lunedì 13 giugno 2011

C'ERA UNA VOLTA UNA SQUADRA ITALIANA DI CANOA...

Una società Italiana ed una Giapponese decisero di sfidarsi annualmente in una gara di canoa con equipaggio di otto uomini. Entrambe le squadre si allenarono a lungo e quando arrivò il giorno della gara ciascuna squadra era al meglio della forma, ma i Giapponesi vinsero con un vantaggio di oltre un Km. 
Dopo la sconfitta il morale della squadra Italiana era a terra. Il Top Menagement decise che si sarebbe dovuto vincere l’anno successivo e costituì un gruppo di studio per approfondire il problema. Il gruppo di studio scoprì, dopo molte analisi, che i Giapponesi avevano sette uomini ai remi ed uno che comandava, mentre la squadra Italiana aveva un uomo che remava e sette che comandavano. 
In questa situazione di crisi il Menagement diede prova di capacità gestionale: si assoldò immediatamente una società di consulenza per studiare la struttura della squadra Giapponese. Dopo molti mesi di duro lavoro gli esperti giunsero alla conclusione che nella squadra c’erano troppe persone a comandare e troppo poche a remare. Con il supporto dello studio degli esperti fu deciso di cambiare immediatamente la struttura della squadra; ora ci sarebbero stati quattro comandanti, due supervisori dei comandanti, un capo dei supervisori ed uno ai remi. Oltre a ciò si introdusse una serie di incentivi per motivare il rematore:
“dobbiamo ampliare il suo ambito lavorativo e dargli più responsabilita’”. 
L’anno dopo i Giapponesi vinsero con un vantaggio di due Km. 
La società Italiana licenziò immediatamente il rematore a causa degli scarsi risultati ottenuti sul lavoro, ma nonostante ciò pagò il bonus al gruppo di comando come ricompensa per il grande impegno che la squadra aveva dimostrato. La società di cosulenza preparò una nuova analisi dove dimostrò che era stata scelta la tattica giusta, che anche la motivazione era buona, ma che il materiale usato doveva essere migliorato. 
Al momento la società Italiana é impegnata a progettere una nuova canoa……..


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Loading...